Ausgleichskasse des Schweizerischen Gewerbes | Caisse de compensation des arts et métiers Suisses | Cassa di compensazione dell'artigianato Svizzero
 
d | f | i     
Pagina iniziale | Chi siamo | AVS | AI | IPG | Imat | PC | AF | CP | Online Shop | Calcoli | Dati dei membri | PartnerWeb  

Attualità


Previdenza professionale: il tasso d’interesse minimo LPP rimane a 1%.

Per 2018, il Consiglio federale mantiene il tasso d’interesse minimo LPP al 1% nella previdenza professionale obbligatoria.

Segue così la raccomandazione della Commissione federale della previdenza professionale. Il Consiglio federale esaminerà fino all’estate 2018 le basi decisionali della definizione del futuro tasso d’interesse minimo LPP.

 
 

 
Previdenza per la vecchiaia 2020

La votazione popolare sulla riforma Previdenza per la vecchiaia 2020 si svolgerà il 24 settembre 2017.

Con la riforma della previdenza per la vecchiaia 2020 ci si propone di garantire le rendite e di adeguare la previdenza per la vecchiaia all'evoluzione della società. La riforma prevede economie ed entrate supplementari volte a garantire l'equilibrio finanziario dell'AVS sino alla fine del prossimo decennio. Per stabilizzare la previdenza professionale obbligatoria, è inoltre previsto di ridurre gradualmente l'aliquota minima di conversione. Il livello attuale delle rendite sarà tuttavia mantenuto grazie a una serie di misure nel settore della previdenza professionale e a un aumento di 70 franchi al mese riconosciuto alle nuove rendite dell'AVS. La riforma innalza inoltre gradualmente da 64 a 65 anni l'età di pensionamento delle donne e flessibilizza il pensionamento tra i 62 e i 70 anni.
 
 
 

 
Previdenza professionale: il tasso d’interesse minimo verrà abbassato all‘ 1.0 per cento.
Il Consiglio federale ha deciso di abbassare il tasso d’interesse minimo della previdenza professionale obbligatoria con effetto dal 01.01.2017 all’ 1.0%.
Ai sensi della legge, per la fissazione del tasso d’interesse minimo della previdenza professionale obbligatoria sono determinanti il rendimento delle obbligazioni della Confederazione e l’andamento di azioni, obbligazioni e immobili. Si registrano rendimenti delle obbligazioni della Confederazione come anche tassi d’interesse bassi, tra l’altro nell’andamento dei mercati azionari sono state registrate fluttuazioni insufficienti. Sono questi i fattori che hanno portato ad un abbassamento del tasso dal 01.01.2017 all’ 1.0%.

 
Le rendite AVS/AI rimarranno invariate
 
Berna, 06.07.2016 - Il Consiglio federale ha deciso di mantenere le rendite AVS/AI al livello attuale anche nel 2017. Le rendite del 1° pilastro vengono adeguate quando l'evoluzione dei prezzi e quella dei salari lo giustificano, il che non è il caso per il 2017. La rinuncia all'aumento implica che rimarranno invariati anche i parametri calcolati in base alla rendita minima dell'AVS/AI, quali gli importi limite della previdenza professionale obbligatoria o gli importi destinati alla copertura del fabbisogno generale vitale previsti nell'ambito delle prestazioni complementari.

Il Consiglio federale verifica periodicamente, di regola ogni due anni, se sia necessario adeguare le rendite AVS/AI. Per la sua decisione tiene conto della raccomandazione della Commissione federale dell'AVS/AI e dell'evoluzione dell'indice misto, vale a dire la media aritmetica tra l'indice nazionale dei prezzi al consumo e quello dei salari. L'attuale valore dell'indice misto, determinato dall'inflazione negativa e dalla debole progressione dei salari, non giustifica un aumento delle rendite AVS/AI. L'ultimo adeguamento risale al 1° gennaio 2015.

Gli altri importi restano invariati

La rendita minima completa dell'AVS è mantenuta a 1175 franchi al mese, quella massima a 2350 franchi. Dato che la rendita minima dell'AVS funge da base per il calcolo di altri parametri previdenziali, anche questi ultimi rimarranno invariati nel 2017.


 
Sgravio amministrativo delle imprese per quanto riguarda la procedura di notifica all'AVS
 
Berna, 20.04.2016 - Il Consiglio federale sopprime l'obbligo per i datori di lavoro di notificare i nuovi dipendenti nel corso dell'anno, modificando l'ordinanza sull'assicurazione per la vecchiaia e per i superstiti (OAVS).

In futuro i datori di lavoro dovranno iscrivere i nuovi salariati presso la cassa di compensazione AVS competente non più sistematicamente entro 30 giorni dall'inizio del rapporto di lavoro, ma al più tardi in occasione del conteggio annuale dei salari, effettuato all'inizio dell'anno successivo. Inoltre viene soppresso anche l'attestato di assicurazione, attualmente destinato agli assicurati per confermare l'iscrizione alla cassa di compensazione AVS.

In questo modo, il Consiglio federale attua la mozione 14.3728 sullo sgravio delle imprese sotto il profilo amministrativo, depositata dal consigliere agli Stati Paul Niederberger e adottata dal Consiglio nazionale in qualità di seconda Camera l'8 dicembre 2015. La modifica d'ordinanza entrerà in vigore il 1°giugno 2016.


 

Assicurazione contro gli infortuni: nuovo tetto massimo per il guadagno assicurato

Il Consiglio federale aumenta l'importo massimo del guadagno assicurato nell'assicurazione obbligatoria contro gli infortuni con effetto al 1° gennaio 2016. L'obiettivo è quello di garantire la copertura integrale del guadagno della stragrande maggioranza dei lavoratori assicurati. Il nuovo tetto massimo non è determinante solo per l'assicurazione contro gli infortuni, ma anche per l'assicurazione contro la disoccupazione e per l'assicurazione invalidità.
 
 


Esenzione dall'obbligo contributivo AVS delle attività svolte per arrotondare la paghetta

Su decisione del Parlamento, nel quadro delle modifiche di ordinanza previste per il 1° gennaio 2015 le attività svolte dai giovani per arrotondare la paghetta verranno esonerate dall'obbligo contributivo AVS. Ciò significa per esempio che chi ricorrerà occasionalmente a un babysitter non sarà più tenuto a conteggiare e a pagare i contributi del datore di lavoro; inoltre dal salario di poco conto percepito per l'attività summenzionata non verranno più detratti i contributi AVS. Questa misura ha lo scopo di evitare da un lato che questo tipo di impieghi comporti un onere amministrativo sproporzionato, dall'altro che chi non conteggia i contributi AVS si trovi in una situazione d'illegalità. Concretamente, i giovani fino a 25 anni non saranno tenuti a pagare contributi sui salari percepiti per servizi svolti nelle economie domestiche che non superano i 750 franchi l'anno. Essi potranno tuttavia esigere il conteggio dei contributi del datore di lavoro e del lavoratore nell'AVS.

______________________________________________________________  

 
Assicurazione disoccupazione: dal 2014 nessun limite massimo per il contributo di solidarietà

Il 1° gennaio 2014 il Consiglio federale porrà in vigore la modifica di legge per sopprimere il limite massimo per il contributo di solidarietà previsto dall’assicurazione contro la disoccupazione (AD). Per ridurre più in fretta il debito dell’AD verrà riscosso un contributo dell’1 per cento anche sulla parte dei salari annui che superano i 315 000 franchi.

Il contribuito di solidarietà era stato introdotto il 1° gennaio 2011 per ridurre il debito dell’AD, nel quadro della quarta revisione della legge sull’assicurazione contro la disoccupazione (LADI). Il contributo viene riscosso sulle parti del salario non assicurate comprese tra i 126 000 e i 315 000 franchi e questo finché l’AD non avrà ridotto il proprio debito e finché il suo capitale proprio non avrà raggiunto la soglia di almeno 0,5 miliardi di franchi, al netto del capitale d’esercizio.
 

 
___________________________________________________
Con swissdec potete dire addio ai moduli   di più...
___________________________________________________ 

 

 

 

 

Comunicazione n° 1/2016
Comunicazione n° 1/2015
Importanti Dati AVS 2016
Importanti Dati AVS 2015
Ridistribuzione della tassa sul CO2 alle imprese
Adresse  
AK 105

Brunnmattstrasse 45
Postfach
3001 Bern

Tel. 031 379 42 42
Fax 031 379 42 43
Öffnungszeiten  
Mo - Do 8.00 - 11.30
  13.30 - 16.30
   
Fr 8.00 - 11.30
  13.30 - 16.00