Ausgleichskasse des Schweizerischen Gewerbes | Caisse de compensation des arts et métiers Suisses | Cassa di compensazione dell'artigianato Svizzero
 
d | f | i     
Pagina iniziale | Chi siamo | AVS | AI | IPG | Imat | PC | AF | CP | Online Shop | Calcoli | Dati dei membri | PartnerWeb  

Assegni familiari (AF)


 

Il sistema degli assegni familiari in Svizzera

 

Basi legali

La concessione degli assegni familiari in Svizzera è disciplinata da due leggi federali:

 

  • la legge federale del 24 marzo 2006 sugli assegni familiari (LAFam), in vigore dal 1.1.2009 
  • la legge federale del 20 giugno 1952 sugli assegni familiari nell’agricoltura (LAF)

A complemento della normativa federale in ogni Cantone è in vigore una legislazione in materia.

Gli assegni familiari sono anche oggetto di accordi internazionali; in relazione agli Stati membri dell’UE e dell’AELS sono applicabili le norme di coordinamento dell’UE.

 

Principi del sistema

La LAFam si applica ai salariati che non lavorano nel settore agricolo, gli indipendenti e alle persone senza attività lucrativa. Alle persone attive nell’agricoltura (contadini indipendenti e salariati agricoli) si applica la LAF.

Una particolarità della LAFam consiste nel fatto che la competenza di emanare disposizioni di esecuzione e la vigilanza sono ripartite tra Confederazione e Cantoni. La LAFam crea una certa uniformità e prevede un disciplinamento esaustivo a livello federale per molte questioni.

 

  • La Confederazione disciplina i dettagli riguardanti le condizioni di diritto (inizio e fine del diritto, limiti di età, definizione di formazione, proseguimento del versamento degli assegni in caso d’estinzione del diritto al salario in seguito a malattia, infortunio ecc., coordinamento con le prestazioni di altre assicurazioni sociali). Emana inoltre disposizioni esecutive e istruzioni qualora sia necessario delimitare e coordinare prestazioni tra i Cantoni o gli aventi diritto - si pensi ad esempio alla normativa concernente il concorso di diritti nei casi in cui entrambi i genitori hanno diritto agli assegni familiari o una persona lavora presso diversi datori di lavoro.
  • I Cantoni possono introdurre prestazioni più elevate di quelle previste dalla LAFam oppure limitarsi a concedere gli importi minimi. Disciplinano inoltre l’organizzazione e il finanziamento degli assegni familiari. 

 

In tutta la Svizzera hanno diritto agli assegni familiari:

  • tutti i salariati;
  • gli indipendenti;
  • le persone senza attività lucrativa di reddito modesto 

 

 

Singole disposizioni

  • Tutti i salariati hanno diritto agli assegni familiari.

  • A partire dal 1.1.2013 gli indipendenti in tutti cantoni sono soggetti alla LAFam. 

  • Anche un’attività svolta a tempo parziale dà diritto a un assegno intero. Non sono più versati assegni parziali.

  • I salariati ricevono gli assegni familiari conformemente alla legislazione del Cantone in cui lavorano; è competente la cassa di compensazione per assegni familiari (CAF) alla quale è affiliato il datore di lavoro.

  • Danno diritto agli assegni i figli nei confronti dei quali sussiste un rapporto di filiazione e, a determinate condizioni, anche i figliastri, gli affiliati, gli abiatici e i fratelli e le sorelle.

  • Le prestazioni comprendono assegni per i figli (per figli fino a 16 anni e, in caso d’incapacità al guadagno, fino a 20) di almeno 200 franchi mensili e assegni di formazione (per figli di età compresa tra i 16 e i 25 anni che seguono una formazione) di almeno 250 franchi mensili per ogni figlio. I Cantoni possono prevedere importi più elevati - molti di essi l’hanno fatto.

  • I Cantoni possono concedere assegni di nascita e di adozione (ma non ne hanno l’obbligo) e fissarne liberamente l’ammontare. Molti di essi hanno introdotto assegni di nascita, alcuni anche assegni di adozione. Le condizioni per la riscossione degli assegni di nascita e di adozione sono disciplinate in modo unitario per tutta la Svizzera.

  • Per i figli residenti all'estero, gli assegni familiari sono versati unicamente se prescritto da accordi internazionali. Questa soluzione restrittiva fa sì che le prestazioni possono essere esportate soltanto nei Paesi dell'UE e dell'AELS e in alcuni altri Paesi. Le direttive concernenti la LAFam contengono maggiori informazioni in merito. I salariati che lavorano all’estero per un datore di lavoro svizzero e restano affiliati all’AVS obbligatoria ricevono assegni familiari anche per i figli all’estero. L’importo delle prestazioni è però adeguato al potere d’acquisto del luogo di residenza.

  • Se più persone possono far valere il diritto ad assegni familiari per lo stesso figlio (concorso di diritti), la LAFam fissa l’ordine delle priorità. Ha in primo luogo diritto alle prestazioni chi detiene l’autorità parentale. Se ai genitori è stata conferita l’autorità parentale congiunta, il diritto prioritario spetta a chi vive con il figlio. Se entrambi i genitori vivono con il figlio, il diritto spetta a chi lavora nel Cantone in cui il figlio è domiciliato. Se entrambi i genitori - o né l’uno né l’altro - lavorano nel Cantone di domicilio del figlio, ha il diritto prioritario chi consegue il reddito soggetto all'AVS più elevato. La persona che non ha il diritto prioritario ma che, avendolo, avrebbe diritto a un assegno più elevato può chiedere il versamento della differenza. Questa regola è già applicata in relazione ai diritti di persone che lavorano nei Paesi dell’UE e dell’AELS.

  • Le persone senza attività lucrativa hanno diritto agli assegni familiari se conseguono un reddito inferiore al 150 per cento di una rendita di vecchiaia massima completa dell’AVS (42'300 franchi l’anno a partire dal 1.1.2015, - 31.12.2014 42'120 franchi) e non ricevono prestazioni complementari all’AVS/AI. I Cantoni possono prevedere disposizioni più favorevoli e disciplinano l’organizzazione e il finanziamento degli assegni familiari per chi non esercita alcuna attività lucrativa.
Adresse  
AK 105

Brunnmattstrasse 45
Postfach
3001 Bern

Tel. 031 379 42 42
Fax 031 379 42 43
Öffnungszeiten  
Mo - Do 8.00 - 11.30
  13.30 - 16.30
   
Fr 8.00 - 11.30
  13.30 - 16.00